Facebook Like

Il Blog dell'Accademia Scacchistica Italiana

Non solo articoli e lezioni/videolezioni di scacchi, ma anche rubriche da parte dei nostri Istruttori e contributi di allievi e lettori.

  • Home
    Home This is where you can find all the blog posts throughout the site.
  • Categories
    Categories Displays a list of categories from this blog.
  • Tags
    Tags Displays a list of tags that have been used in the blog.
  • Bloggers
    Bloggers Search for your favorite blogger from this site.
  • Team Blogs
    Team Blogs Find your favorite team blogs here.
  • Login
    Login Login form
Recent blog posts

(IL TESTO IN BLU E' DELL'ISTRUTTORE ACCADEMIA MAURO CASADEI).

Pubblichiamo volentieri la prima analisi dei nostri Allievi!
Stefano ("Samm61"), si è cimentato in una simultanea contro il Campione Italiano Daniel Dvirniy. E' noto che le partite simultanee hanno un valore relativo, ciononostante anche l'analisi di queste partite ci permette di esaminare criticamente una serie di decisioni che abbiamo preso (o ci sono sfuggite) sulla scacchiera. Seguiranno le osservazioni dei nostri istruttori.

Mauro Casadei


Per la prima volta (dopo un po' di anni che gioco, non dico quanti!) mi sono avventurato, su consiglio del mio istruttore, nel tentativo di fare una analisi di una mia pessima partita senza l'ausilio di motori... Questo è il risultato. Ovviamente sono gradite critiche. Stefano.

 

 

 

Hits: 9652

Analisi Partita Scacchi

Come avrete letto, abbiamo appena attivato il nostro nuovo ACCADEMIA BLOG (http://www.corsidiscacchi.it/accademia-blog.html), dedicato alla comunità degli allievi dei nostri corsi di scacchi online e dal vivo.

Una delle rubriche che saranno ospitate sarà dedicata anna ANALISI DELLE PARTITE DEGLI ALLIEVI dell'Accademia Scacchistica Italiana, insomma le VOSTRE PARTITE !

POTRETE INSERIRE PERSONALMENTE LE VOSTRE PARTITE IN FORMATO PGN (in caso di difficooltà contattaci a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. ), oppure inviarci il file della partita in pgn all'indirizzo  This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. .

SONO BENVENUTI ANCHE I CONTRIBUTI COSTRUTTIVI DEGLI AMICI SCACCHISTI SEMPLICI  LETTORI DEL SITO (anche se non allievi Accademia).


L'analisi delle partite è uno dei pilastri del metodo di apprendimento della leggendaria Scuola di Scacchi Sovietica, ma non è semplice imparare ad analizzare le proprie partite: è una cosa che si impara col tempo. In questo Blog imparerete a commenatre le vostre partite di scacchi, pubblicandole (i più "timidi" possono farlo in forma anonima!) ed esaminando le osservazioni e correzioni che i nostri Istruttori di Scacchi faranno.

Il vantaggio di questa comunità scacchistica virtuale è che imparerete NON SOLTANTO DALLE CORREZIONI alle VOSTRE PARTITE, ma anche da quelle degli altri allievi Accademia.

COME DOVRETE ANALIZZARE LE VOSTRE PARTITE ?

  • UNA PARTITA A SCACCHI CONSISTE IN UNA SERIE DI MOMENTI CRITICI, nei quali DOBBIAMO PRENDERE DELLE DECISIONI. Dovrete:
    • SPIEGARE I MOTIVI PER I QUALI AVETE FATTO UNA SCELTA PIUTTOSTO CHE UN'ALTRA.
      Cercate di essere più CONCRETI POSSIBILE, fornendo i ragionamenti generali (strategici), ma spesso saranno necessario varianti concrete.
    • IDENTIFICARE I MOMENTI NEI QUALI CI SAREBBE STATA UNA SCELTA IMPORTANTE DA FARE, MA DURANTE LA PARTITA VI E' SFUGGITA.
      Spiegate concretamente quali opportunità strategiche o tattiche erano disponibili durante la partita
    • Spesso questi MOMENTI CRITICI coincidono con la possibilità per un giocatore di aumentare il vantaggio oppure ribaltare una situazione difficile.
      Spiegate quali elementi avete considerato per valutare i vantaggi/svantaggi per il Bianco ed il Nero IN QUELLA POSIZIONE SPECIFICA.

  • ALCUNI ESEMPI DI DECISIONI TIPICHE DA ESEGUIRE IN PARTITA (la lista non pretende di essere completa)
    • In quale settore attaccare ? Quali sono le debolezze avversarie ? E su quale di queste debolezze mi conviene concentrarmi all'inizio ?
    • Mi conviene "sbrigarmi" ad attaccare oppure consolidarmi ?
    • Quale Torre mettere sulla colonna (semi)aperta ? Quali colonne mi conviene aprire ?
    • Mi conviene scambiare un mio pezzo con una unità avversaria di pari valore ?
    • Mi conviene attivare rapidamente i pezzi oppure mantenere una struttura di pedoni solida ?
    • Mi conviene entrare in finale ? Quali pezzi scambiare e quali conservare ?

Quelle sopra elencate sono solo alcune voci che possono aiutarvi ad analizzare meglio le vostre partite.
Nella realtà le variabili da considerare nell'analisi di una partita sono molto più numerose, ed imparerete a gestirle bene con la pratica, leggendo il nostro Blog, sottoponendo le vostre analisi ed esaminando quelle degli altri allievi.

Hits: 7994

Alatortsev,Vladimir - Goglidze,Victor Arsentievich [E17]

URS-ch08 Leningrad, 1933

1.d4 Cf6 2.c4 e6 3.Cf3 b6 4.g3 Ab7 5.Ag2 Ae7 6.0–0 0–0 7.Dc2 c5 8.dxc5 bxc5 9.Cc3 d6 10.Td1

Diagramma 1

DIAGRAMMA 1

Comincia a delinearsi la struttura pedonale che determinerà i rispettivi piani di gioco. Al momento il N ha un pedone arretrato (il Pd6), su colonna aperta e non più difendibile da pedoni. Tuttavia, tale debolezza al momento non sfruttabile direttamente (cioè attaccandola) perché l’ Ae7 è in grado di reggere qualunque attacco portato dai pezzi pesanti avversari, ed i pezzi leggeri Bianchi faticano ad attaccare d6 (se il Cc3 arriva in b5 può essere scacciato con a7-a6).

10. ..., Dc8 11.Ag5

Il Bianco cerca di sfruttare indirettamente la debolezza di d6. La minaccia è quella di cambiare in f6 obbligando l’avversario a riprende con il f perché l’Ae7 deve continuare a difendere il Pedone d.

11. ..., Td8 12.Cb5 a6 13.Axf6 gxf6 14.Cc3 Cd7

Diagramma 2

DIAGRAMMA 2

TEST 1 Valutare la posizione del diagramma 2 e formulare un piano:

1. quali sono i vantaggi che il Bianco ha acquisito ?

2. in cambio di tali vantaggi che elementi positivi ha conseguito il Nero ?

3. in quale settore deve attaccare il Bianco? E il Nero ?

RISPOSTE

1. quali sono i vantaggi che il Bianco ha acquisito ?
RISPOSTA: Il Bianco, già in vantaggio di spazio, ha forzato una doppiatura nel campo nemico. La scomparsa del g7 ha reso permanentemente deboli le caselle f6,h6 e h5 (se un pezzo Bianco ci arrivasse, non potrebbe essere scacciato da pedoni). Tuttavia non è facile per il Bianco accedere a tali caselle con i propri pezzi.

2. in cambio di tali vantaggi che elementi positivi ha conseguito il Nero ?
RISPOSTA: Il Nero ha la coppia degli Alfieri , e la doppiatura sulla f ha aumentato il suo controllo delle case centrali. Questo significa che il bianco ha poche caselle utili per il transito dei suoi pezzi verso le debolezze del Nero.

3. in quale settore deve attaccare il Bianco? E il Nero ?
RISPOSTA: Se immaginiamo la scacchiera come se fosse divisa dai Pedoni Bianchi e Neri, possiamo individuare due “quasi-triangoli” (colorati in rosso e giallo nel diagramma 3 riportato a seguire).

Diagramma 3

DIAGRAMMA 3

Si può prevedere che il Bianco avrà maggiore facilità rispetto al Nero nel manovrare i pezzi nella zona rossa (lato di Re e centro), mentre i pezzi del Nero probabilmente avranno maggiore mobilità nel “triangolo” giallo. Ovviamente i due avversari cercheranno di attaccare nel settore in cui i propri pezzi manovreranno meglio.

Dal punto di vista del Bianco la difficoltà risiede nel fatto che al momento ci sono poche vie di comunicazione per i suoi pezzi: al centro l’unico obiettivo è il Pd6, difficilissimo da attaccare finchè difeso dall’Ae7. In particolare, i Cavalli Bianchi hanno pochissime case centrali accessibili.

In situazioni simili è importante evitare di gettarsi a capofitto in un attacco senza obiettivi chiari, ma piuttosto concentrarsi sul CREARE CASE PER I PROPRI PEZZI: questo compito può essere eseguito dal Bianco soltanto forzando il Nero a scambiare o spingere uno dei suoi pedoni d,e, oppure f. Infatti, la spinta di uno di questi pedoni causerebbe grossi problemi, come illustrato nei prossimi diagrammi:

TABELLA CON 3 DIAGRAMMI

Possiamo dedurre che al Nero conviene tenere immobile il complesso di pedoni doppiati. Il Bianco invece cercherà di spingere i pedoni e ed f per scambiarli con quelli avversari e guadagnare altro spazio.

15.e4 Tb8 16.De2 Ac6 17.Td2 Tb6 18.Ch4 Db7

 

Cosa deve giocare il Bianco ?

Diagramma 4

DIAGRAMMA 4

19.f4? Il Bianco poteva ottenere una posizione praticamente vincente già con 19.Cd5 exd5 20.exd5 . La posizione precaria dei Pezzi del nero permette al Bianco di occupare caselle centrali altrimenti “minate”: in questo caso i “campanelli d’allarme” sono l’Ae7 sospeso, attaccato a “raggi X” dalla De2, e l’Ac6 che non ha case di fuga. In posizioni di questo tipo è estremamente importante non farsi sfuggire queste occasioni.

SVIILUPPATE IL COLPO D’OCCHIO PER GLI “ALLINEAMENTI PERICOLOSI” come quello fra De2 e Ae7 !

19. ..., Tb8 20.b3 Dc8

Diagramma 5

DIAGRAMMA 5

21.Cd5! Stavolta il Bianco non si fa sfuggire l’occasione ! 21. ..., Axd5 22.exd5, Cf8

Diagramma 6

DIAGRAMMA 6

Dopo la schermaglia centrale possiamo tirare le somme:

· il Bianco può accedere facilmente con la Donna alle case g4 e h5 sul lato di Re

· l’Ag2 può accedere alla casa e4 per supportare un eventuale attacco sul lato di re

· il Pe6 del N potrà essere attaccato dalle Torri Bianche (e forse anche dall’Ag2 via h3) senza che sia difendibile dal suo alfiere (a differenza del Pd6 arretrato – vedi diagramma 1)

· il tentativo di contrattacco del Nero sul lato di Donna è troppo indietro

 

23.Cf5?! Il Cavallo transita nuovamente da una casa “minata” grazie a un dettaglio tattico; tuttavia era più lineare 23.dxe6 fxe6 24.f5 e5 creando i buchi sulle case bianche necessari per infiltrarsi con i pezzi, per es 25.Ad5+ Rh8 26.Dh5 De8 27.Af7 Dd8 28.Dh6 T8b7 29.Cg6+ Cxg6 30.fxg6) 23. ..., Dd7!? (era relativamente meglio 23…. gxf5 24.Dxe7 perché in questa posizione l'A del Bianco è molto meno mobile) 24.dxe6 fxe6 25.Dg4+ Cg6

Diagramma 7

DIAGRAMMA 7

COSA GIOCA IL BIANCO ?

26.Ad5! Un altro pezzo leggero del Bianco approfitta di un dettaglio tattico per transitare nuovamente da una casa che sarebbe altrimenti “minata”. 26. ..., Rf8 27.Cxe7 Rxe7 28.Te1 e5

Diagramma 8

DIAGRAMMA 8

Missione compiuta: il Bianco, forzando la spinta di uno dei pedoni centrali del Nero, si garantisce una via d’accesso ai suoi pezzi meglio coordinati. Nel seguito il Bianco guadagna un pedone in più oltre a mantenere i pezzi più attivi di quelli del Nero, vincendo senza problemi.

29.f5 Cf8 30.Dg7+ Re8 31.Dxf6 De7 32.Dh8 Dg5 33.Tf2 a5 34.f6 T8b7 35.f7+ Re7 36.Dg8 Dh6 37.Axb7 Txb7 38.Dg4 Tb8 39.De4 De6 40.Dh4+ Rd7 41.Tf6 De7 42.Td1 Tb6 43.Dg4+ Rc7 44.Tf2 Dd7 45.Dxd7+ Rxd7 46.Td3 Re7 47.Rg2 Ce6 48.h4 Tb8 49.Tdf3 Tf8 50.Tf5 a4 51.bxa4 Cd4 52.Th5 e4 53.Txh7 e3 54.Tf4 e2 55.Rf2 1–0

DA RICORDARE

· per capire da quale parte conviene attaccare, osservate la disposizione dei pedoni : cercate di attaccare dove i vostri pezzi avranno la maggiore mobilità

· un pedone arretrato spesso non è attaccabile direttamente fino a quando è difeso dall’ “Alfiere Cattivo” (in questa partita il Pd6, difeso dall’ Ae7 “cattivo” non era attaccabile direttamente); una volta aperta la colonna e, il Pe6 arretrato – non difeso da un Alfiere - si rivelato assai piu’ debole del Pedone d6

· quando abbiamo vantaggio di spazio o di sviluppo, spesso accade che i nostri pezzi siano pronti ad entrare in gioco ma la loro efficacia è ridotta perché non hanno varchi per accedere alle case importanti (per es. in questo caso i pedoni del nero toglievano tutte le case di passaggio ai pezzi Bianchi). In tali casi, è bene concentrare i propri sforzi sull’apertura di linee (diagonali per gli ALFIERI, colonne PER LE torri, AVAMPOSTI PER I cavalli)

· “Attacchi a Raggi X”: prestate sempre attenzione agli allineamenti fra la Torre ( su colonne) o l’Alfiere (su diagonali) con un pezzo vulnerabile nemico; anche se ci sono dei pezzi o pedoni in mezzo, spesso avremo lo spunto per creare attacchi di scoperte, infilate, oppure sfruttare inchiodature.

Hits: 2467

Benvenuti nel Blog dell'Accademia Scacchistica Italiana !

Questo è uno spazio che intendiamo condividere con i nostri allievi e con i nostri lettori.

I contributi riguarderanno senza dubbio partite e frammenti di partite commentate, discussione di aperture e finali teorici e pratici, ma ci auspichiamo che i nostri allievi e lettori ci sottopongano le loro partite e/o i loro dubbi di qualsiasi natura (scacchistica, informatica, bibliografica) ai quali i nostri Istruttori saranno lieti di rispondere.

Insomma, nella nostra intenzione, il Blog Accademia è il germe di una piccola comunità scacchistica virtuale !

Buon 2014 !!!

Hits: 2045
0